Apri il menu del sito

L’UDC ha depositato l’iniziativa costituzionale cantonale “Prima i nostri”


Prima i nostri! Iniziativa cantonale UDC di alain-buehler

 

L’Unione democratica di centro – Ticino ha depositato mercoledì 23 aprile, alle ore 14.00, a Bellinzona presso la cancelleria dello Stato l’iniziativa costituzionale cantonale “Prima i nostri”. I formulari verranno distribuiti a tutti i fuochi, nel frattempo possono anche essere scaricati dal nuovo sito www.primainostri.ch

Maggiori informazioni

 

Schengen: la Berna federale di nuovo sorda agli appelli dal Ticino

 

Schengen: la Berna federale di nuovo sorda agli appelli dal Ticino

La Commissione di politica estera del Consiglio nazionale (CPE-CN) ha “bocciato senza appello” – titolano i media - la petizione, corredata di ca. 5'500 firme, depositata dal sottoscritto in nome dell’UDC Ticino lo scorso 21 febbraio, con la quale si chiede di denunciare l’accordo di Schengen per porre fine alla libera circolazione dei criminali.

 

Maggiori informazioni

SÌ alla sicurezza e alla prosperità

SÌ alla sicurezza e alla prosperità

Se un equipaggiamento moderno viene rifiutato al nostro esercito, ciò equivale di fatto a un’abolizione dell’esercito occulta e progressiva. Ed è esattamente ciò che vogliono gli antimilitaristi.
La votazione sul Gripen è quindi solo una facciata. In realtà, la questione è a sapere se vogliamo o no un esercito atto ad adempiere le sue missioni. Dobbiamo decidere se il nostro paese deve mantenere la capacità di difendere anche in futuro la nostra sicurezza e la nostra sovranità. O, altrimenti detto, bisogna scegliere fra affermarsi o arrendersi.
A lungo termine, tutto dipende da ciò che più conta per noi: la nostra libertà, la nostra qualità di vita, ma anche la nostra prosperità.

di Ueli Maurer, consigliere federale

Maggiori informazioni

Ultime News

12.08.2014 - Iniziativa popolare per far applicare le decisioni del popolo - il diritto svizzero prevale sul diritto straniero
Un gruppo di lavoro dell’UDC, presieduto dal deputato Hans-Ueli Vogt, ha presentato oggi a Berna un progetto d&rsq..
03.07.2014 - Combattere più rigorosamente gli abusi nell’immigrazione
Le misure messe in consultazione oggi dal Consiglio federale per impedire gli abusi nella libera circolazione delle pers..
30.06.2014 - Congresso sulla dissoluzione della famiglia
Con la pubblicazione assordante e molto criticata della perizia giuridica Schwenzer sulla riforma del diritto del matrim..
28.06.2014 - Divieto del prelevamento delle casse pensioni: il Consiglio federale espropria i cittadini
Il Consiglio federale ha annunciato questa settimana le sue intenzioni in merito alla revisione delle prestazioni comple..
24.06.2014 - La commissione del Consiglio degli Stati rifiuta di espellere gli stranieri criminali
La commissione preparatoria del Consiglio degli Stati ha deciso oggi di non seguire il Consiglio nazionale e di non appl..
23.06.2014 - Per un esercito credibile in grado di proteggere la popolazione
L'UDC s'impegna con determinazione a favore di una difesa nazionale credibile e di un esercito forte. Quest’ultima..
18.06.2014 - Interrogazione - Un incidente stradale che ha “spaccato in due” il Ticino. Un problema veicolare e di sicurezza su cui riflettere seriamente.
In data 12 giugno vi è stato un gravissimo incidente della circolazione sull’autostrada A2 in direzione nor..

Nessuna concessione da parte svizzera inerente ai negoziati per il legame istituzionale con l’UE

 

Secondo diversi resoconti dei media, i diplomatici dell’UE non hanno ancora dato il via libera a un mandato negoziale sulle questioni istituzionali con la Svizzera. Ciò non dovrebbe disturbare la Confederazione, perché è l’UE che auspica tale accordo che obbligherebbe la Svizzera alla ripresa dinamica del diritto UE e alla subordinazione alla giurisdizione UE. L’UDC combatterà con tutti i mezzi a sua disposizione un legame istituzionale che equivarrebbe a una subdola adesione della Svizzera all’UE.

Maggiori informazioni

Gripen: un’evoluzione necessaria

Così come è obbligatorio sostituire un’automobile per lasciare spazio a un nuovo modello più sicuro e tecnologico, e che rispetti anche i parametri di legge, è altrettanto necessario investire in questi nuovi caccia militari.

Maggiori informazioni